Matt Phillips

È primavera e il tempo si sta riscaldando e asciugando i sentieri. Ciò significa che la stagione della mountain bike sta iniziando a uscire dal suo torpore invernale in gran parte della nazione. Inoltre, suggerisce che le aziende stanno iniziando a rilasciare ufficialmente le informazioni sui prodotti 2016.

Fox Shox è generalmente tra i primi a svelare i prodotti del prossimo anno, e lo farà anche quest’anno con l’annuncio di questa forcella Float 34 del 2016, scossa Float DPS e manicotto atmosfera EVOL. Ho ottenuto i campioni in anticipo e li ho installati su uno Yeti SB5c. Poiché l’SB5c era armato con una forcella Factory 34 Float 2015 e un ammortizzatore Factory Float, questo ha fornito un buon confronto prima e dopo. Sono stato in grado di piazzare alcune miglia sulle cose più recenti a Fruita e Grand Junction, in Colorado, e Saint George, nello Utah.

Inizierò con alcune riflessioni sulle sospensioni in generale, approfondirò gli aggiornamenti, quindi condividerò le mie impressioni preliminari sulla corsa.

Che cosa è giusto? Cosa c’è di meglio? Cosa è meglio per te?
Un punto su cui vorrei preoccuparmi delle sospensioni in generale è che non esiste un obiettivo chiaramente definito che tutte le aziende di sospensioni stanno cercando con le loro canzoni di smorzamento e le curve della molla. Non c’è davvero niente di sbagliato e giusto; invece, è principalmente cosa sembra sentire meglio e cosa sembra funzionare meglio? Insieme alle aziende, eliminano quei pareri basati sui commenti dei loro test interni, dei piloti sponsorizzati, del pubblico e della filosofia del loro marchio.

Credo che praticamente ogni mountain biker che abbia scalato l’infanzia con le sospensioni della bicicletta da montagna come ho fatto io direbbe che le cose di oggi sono enormemente migliori in ogni modo rispetto, ad esempio, a una forcella Scott Unitrack del 1990 e a una scossa Fox ALPS. Tuttavia, man mano che le sospensioni migliorano e diventano più sofisticate, diventa più difficile individuare differenze significative di prestazioni tra il prima e il dopo di oggi; e anche tra attrezzature odierne e merci vecchie di pochi anni.

Theres Ooh, mi piace di più, e Aahh, mi sento meglio, ma il paradigma cambia e dimentica tutto quello che sai, beh, questo non è successo fino ad ora. I perfezionamenti sono nel tempo che potrebbero sommarsi a cose piuttosto grandi, ma ci sono meno salti evolutivi. Bene, prendi uno di questi quando (se) gli ammortizzatori magnetoreologici arrivano alle mountain bike, ma fino ad allora, probabilmente tutti discuteranno su cosa è meglio e cosa è peggio in sospensione in base ai gusti personali e alle sfaccettature specifiche della condizione.

E quello che mi piace di più della forcella 2016 34 Float e dell’ammortizzatore Float DPS EVOL. Danno a un ciclista più strumenti per ottenere la sensazione preferita o una messa a punto adeguata alle condizioni. Certo, c’è un sacco di altre cose che possono essere chiamate nuove, ma molte sono chip, chip, scheggiature per apportare miglioramenti incrementali a un prodotto che era già abbastanza buono. Ma dare ai pescatori gli strumenti per localizzare il loro diritto; loro meglio: questa è la roba fantastica.

Ciao a CTD, Route Adjust e Boost Valve
Dopo averci presentato CTD-Climb, Route, Descend, con la sua gamma 2013, Fox ha abbandonato quelle designazioni (finora) nel suo nuovo ammortizzatore e forcella a livello di fabbrica.

Ci sono ancora tre posti, ma sono solo oggi, aperti, moderati e di compagnia. «Abbiamo cambiato la potatura poiché i prodotti del 2016 hanno diverse regolazioni e nuove tecnologie», afferma Mark Jordan, responsabile delle comunicazioni di marketing globale di Fox. «La molla pneumatica Float e l’ammortizzatore FIT4 sono estremamente diversi dal CTD e un cambio di nome aiuta a identificarlo.

Inoltre, Fox è tornata allo smorzamento flessibile della compressione a bassa velocità nella forcella, qualcosa che offriva con l’ammortizzatore FIT2 ma si è allontanato dall’uso del debutto di FIT CTD (AKA FIT3), che forniva una regolazione fine a tre o cinque posizioni della modalità centrale (Trail). La messa a punto dello stile aperto è tornata per il 2016 utilizzando una manopola nera a 22 clic sulla parte superiore della forcella. Secondo Jordan, abbiamo cambiato la configurazione dell’alterazione in base al feedback del pilota. Insieme al nuovissimo ammortizzatore FIT4, siamo anche in grado di ottenere una più ampia gamma di regolazioni. Le tre regolazioni di compressione offrono una gamma di smorzamento più ampia rispetto a prima. La modalità azienda è fondamentalmente un blocco e il regolatore di compressione a bassa velocità che regola la canzone dello stile aperto ha un campo di regolazione molto ampio,dalla quasi sovrapposizione con il modo fino alla compressione leggera.

Come la forcella CTD, una modalità trail degli ammortizzatori Float CTD 20132015 potrebbe essere messa a punto con un clicker a tre posizioni. L’ammortizzatore Float DPS 2016 utilizza un clicker a tre posizioni simile, ma attualmente ottimizza la modalità disponibile (precedentemente nota come Descend). Questa è la prima volta che una scossa in linea Fox Float ha fornito una regolazione fine esterna della modalità aperta.

Anche andato dall’ammortizzatore DPS: Boost Valve. Introdotta negli ammortizzatori in linea (senza piggyback) Foxs nel 2010, è, o è stata, una valvola sensibile alla pressione che ha aumentato lo smorzamento della compressione mentre l’ammortizzatore si compattava e forniva uno smorzamento sensibile alla posizione.

2016 Factory Float 34 Forcella
Il 34 Float è il cuore della gamma di forcelle Foxs, con escursione da 120 a 160 millimetri sia per ruote da 27,5 che da 74 cm. È stata annunciata anche una variante 27.5+. Scusate amanti dei 66 cm, Fox non sta creando una variante specifica da 66 cm di questa nuova forcella.

Fox Factory 34 Galleggiante 27.

5 forcelle Matt Phillips

Le regolazioni al telaio e all’ammortizzatore descritte di seguito si applicano sia all’edizione TALAS a corsa fissa che a corsa regolabile del 34. D’altra parte, la molla pneumatica TALAS e il sistema di regolazione della corsa sono riportati nella forcella 2015.

Non più scalare, tracciare e scendere; ora è aperto, moderato e compagnia. La manopola nera al centro mette a punto lo smorzamento a bassa velocità in modalità aperta. Matt Phillips che il Float è stato notevolmente revisionato con modifiche al telaio, all’ammortizzatore e alla molla.

A partire dall’esterno, il telaio è nuovo, con sterzo, corona, tubi superiori e gambe inferiori più morbidi. Questi aggiornamenti (in tandem con la molla ad atmosfera più calda descritta di seguito) prendono 219 grammi da una forcella da 27,5 (peso mantenuto per una forcella da 160 mm, 1.746 grammi) e 297 grammi da una forcella da 29 (peso mantenuto per una forcella da 140 mm, 1.769 g). La mia pre-produzione 140 mm Factory Float 27,5 – che Fox ha spiegato in anticipo sarebbe stata più spessa degli articoli di produzione – pesava 1.840 g. indipendentemente dalla perdita di peso, la rigidità e la resistenza del telaio non sono cambiate», afferma Jordan.

Un nuovissimo ammortizzatore, chiamato FIT4, risiede nella gamba perfetta. Fox afferma che l’ammortizzatore è nuovo, prende in prestito la struttura dell’ammortizzatore FIT RC2 trovato dalle forcelle 36 e 40 ed è molto diverso dall’ammortizzatore FIT CTD del 2015 34. Potrebbe essere oggetto di dibattito molto diverso poiché gli ammortizzatori FIT CTD e FIT4 sono simili nella loro confezione.

Questa è un’illustrazione della scheggiatura: gli ingegneri Foxs hanno migliorato i percorsi del flusso nella valvola inferiore (che controlla la compressione) e, grazie a un albero più grande (10 mm), più petrolio scorre attraverso la valvola di base. Come meno attrito è meglio, più olio per mezzo di una valvola è qualcosa che molti produttori di sospensioni concordano sia una cosa fantastica perché crea uno smorzamento più preciso ed efficace. Fox afferma che il risultato totale sul lato della compressione è molto più controllo in ogni momento, un blocco più solido e una modalità di apertura più mite (con tutti i regolatori di bassa velocità ruotati completamente in senso antiorario) rispetto a prima.

Sembra esattamente lo stesso di prima, ma la manopola nera attualmente regola con precisione la modalità di apertura degli ammortizzatori, la prima per un ammortizzatore in linea Fox. Matt Phillips Sull’altra estremità dell’ammortizzatore, i miglioramenti nel design di questo pistone di ritorno e un pacco di spessori migliorato mantengono la forcella più scorrevole nella sua corsa e le consentono di riprendersi meglio da impatti profondi e numerosi colpi (come i dossi in frenata), dice Giordano. Un altro cambiamento: piuttosto che una melodia generale, Fox ora cambia la canzone del rally in base al viaggio della forcella.

In un’altra tappa, Fox ha rimosso la molla elicoidale negativa e l’ha sostituita con una ad aria. Una porta di trasferimento, come quella che Fox ha impiegato nei propri ammortizzatori Float per più di 16 anni, imposta automaticamente la pressione dell’aria della molla negativa in base alla pressione della molla positiva. Fox afferma che la rimozione della molla elicoidale riduce il grasso corporeo di ben 125 g, riduce l’attrito e riduce il rumore e il feedback poiché una molla elicoidale non ronza più all’interno della forcella.

Inoltre, dovrebbe fornire prestazioni molto migliori a più motociclisti. La velocità di questa molla elicoidale negativa è stata selezionata in base all’ipotesi di Fox sul peso (e quindi sulla deformazione positiva della molla) di un ciclista normale. Nel caso in cui tu fossi più mite di questa cifra, la velocità della molla elicoidale sarebbe troppo potente e tirerebbe la forcella alla corsa, riducendo la corsa disponibile. Se fossi più pesante, la velocità non sarebbe abbastanza potente e le prestazioni a piccoli urti ne risentirebbero. Una molla pneumatica negativa autoregolante dovrebbe eliminare questi problemi.

Un altro importante cambiamento nella molla pneumatica è il debutto dei distanziatori del volume d’aria. Se hai familiarità con i token RockShoxs, questi saranno esattamente la stessa cosa: pezzi di plastica che occupano semplicemente spazio e cambiano la curva della molla. I distanziali incidono principalmente dal centro alla fine della corsa delle forcelle.
I regolatori del volume della molla pneumatica della forcella si trovano appena sotto il cappello dell’aria. Rimuovendo o aggiungendo distanziali, un ciclista può mettere a punto la curva della molla della forcella. Matt Phillips

L’aggiunta di distanziali crea la curva più progressiva, che mantiene la forcella più alta nel suo percorso e aumenta la forza necessaria per abbassare la forcella. La riduzione dei distanziali rende la curva più aerodinamica, così il pilota utilizzerà facilmente la corsa completa della forcella. I distanziali sono facili da installare ed eliminare: rilasciare la pressione della molla, eliminare il tappo e fare clic sui distanziali (o rimuovere).

I ciclisti che non sono mai stati in grado di ottenere una corsa completa da una forcella Fox, così come i ciclisti che finiscono facilmente anche una forcella Fox, dovrebbero oggi essere entrambi in grado di acquisire la curva della molla di cui hanno bisogno. Le forcelle sono dotate di alcuni distanziali installati in quantità: la curva della molla pronta all’uso è abbastanza vicina alla curva della molla Float 2015 e sono forniti distanziali aggiuntivi. 1 distanziale è il minimo e c’è un massimo, poiché con troppi distanziali, il pistone dell’atmosfera si schianterà nella pila di distanziatori. È terribile. La quantità massima di distanziali è determinata dalla corsa delle forche; per esempio, quattro su una forcella da 160 mm e sette su una forcella da 110 mm.

Il 34 FLOAT 27.5 è dotato di corsa di 140 mm, 150 mm o 160 mm. Il 34 FLOAT 29 è offerto con opzioni di corsa di 120, 130 o 140 mm. Jordan afferma che gli aggiornamenti al 34 Float vengono applicati su tutta la scheda, insieme alle differenze tra i livelli che si riducono a cose come il Kashima Coat e le regolazioni degli smorzatori esterni. La forcella top di gamma Factory sarà probabilmente venduta per il

2016 Factory Float DPS EVOL Shock
Per il 2016, l’ammortizzatore Float perde un acronimo, CTD, ma ne guadagna 2 nuovi: DPS ed EVOL. Entrambi sono significativi, ma inizierò con DPS, poiché si applica a ciascuno degli shock Factory Float mentre EVOL è un’alternativa.

Fox Float DPS con EVOL Fox

DPS sta per Dual Piston System e, non sorprende che l’ammortizzatore Float attualmente includa due pistoni anziché uno. Dalla scossa CTD a pistone singolo, 1 pistone ha fatto tutto: modalità scala, circuiti di compressione e circuiti di riavvio. La condivisione del pistone ha unito la modalità di salita alla sintonia dei circuiti di compressione ed estensione. La correzione della stabilità della modalità scala ha influenzato anche tutto il resto, quindi c’era sempre una lotta tra la creazione della modalità compagnia più solida e il canto dei circuiti di rinculo e compressione.

Con DPS, Fox aggiunge un secondo pistone dedicato alla modalità aziendale, sebbene il pistone principale possa essere utilizzato per l’estensione e la compressione. Ciò implica che tutti i circuiti possono essere sintonizzati in modo indipendente e che la modalità aziendale potrebbe essere più solida senza influire sull’accordatura dei modi moderati e aperti. Come accennato in precedenza, lo stile aperto è sintonizzabile utilizzando un clicker a tre posizioni.

Una stranezza della recente formazione di Fox era che l’ammortizzatore piggyback Float X orientato all’enduro, che aveva due valvole, aveva una modalità più solida rispetto al Float in linea orientato al cross country e al trial. Il DPS risolve questo problema: la nuovissima modalità di sospensione degli ammortizzatori è più semplice rispetto a Float Xs e più simile a un blocco convenzionale.

EVOL è la nuova molla negativa Extra VOLume di Fox. È assemblato nel manicotto dell’aria ed è proprio quello che dice: una molla negativa di volume maggiore rispetto alla molla sfavorevole standard di Fox. È molto simile a questo RockShox DebonAir, che è stato rilasciato l’anno scorso dallo shock Monarch.

Aumentando il volume della molla negativa si riduce la forza necessaria per far procedere l’ammortizzatore. Ciò rende la scossa più sensibile», afferma Fox, rende la curva della molla più aerodinamica e migliora il supporto a metà corsa. Sulla carta sembra di portare un pezzo di spaghetti ondulati e tirare le estremità per renderlo più malleabile.

EVOL è facoltativo poiché non tutti vorranno i cambiamenti che offre. Una corsa iniziale più morbida può far muovere troppo/troppo prontamente la sospensione posteriore per far divertire i ciclisti (anche se, come ho scoperto, una buona messa a punto della modalità aperta può contrastare in qualche modo questo).

La manica EVOL aggiunge un po’ di peso rispetto alla manica normale. Sebbene Jordan non abbia affermato i pesi di produzione, ha spiegato che lo sciopero è piuttosto minimo. Il mio scossa campione 2016 DPS EVOL (51x200mm con boccole ad occhiello) pesava 290 grammi, 36 grammi più pesante dell’ammortizzatore Float CTD 2015 che ho rimosso.

Il volume d’aria della molla favorevole alla scossa Float DPS 2016 è ancora sintonizzabile utilizzando i distanziatori del volume d’aria a clip Foxs.

Potrebbe esserci preoccupazione, insieme alla rimozione della valvola Boost, che il Float DPS non possieda uno smorzamento sensibile alla posizione. Questo è vero per l’ammortizzatore, ma le molle ad aria non sono perfettamente lineari e sono quindi sensibili alla posizione. Tieni inoltre presente che è possibile ascoltare la frequenza d’urto di molti sistemi di sospensione posteriore per fornire quella che è, in effetti, la sensibilità in piedi.

Gli aggiornamenti di cui sopra si applicano agli ammortizzatori Foxs Factory e Performance. Il top di gamma dell’ammortizzatore Factory Float DPS sarà venduto per l’aftermarket e dovrebbe essere fornito in molte scelte di lunghezza e corsa.

Per i tuoi nerd del lockout
La nuova forcella e l’ammortizzatore sono ugualmente compatibili con i telecomandi da manubrio azionati da cavo Fox, ad esempio il doppio telecomando, che controlla entrambe le estremità con una leva.
Fox offrirà lo scossa Float DPS con telecomando elettronico iRD opzionale. Il telecomando iRD non è prontamente disponibile per la forcella 34.

In sella A
causa della neve, della malattia e di altri fattori, non ho avuto il tempo necessario per i nuovi prodotti Fox prima che l’embargo aumentasse come avrei voluto. Ho avuto alcune buone cavalcate sul materiale, ma non abbastanza per chiamare le mie impressioni definitive. Sono preliminari e meritano un seguito, che intendo fornire quando avrò molto tempo per il materiale.

Quello che mi piace di più di questi nuovi prodotti è che danno ai motociclisti più energia per mettere a punto le sospensioni in base ai loro desideri e requisiti. Sono stato in grado di utilizzare i distanziali del volume e la regolazione dello smorzamento a bassa velocità nella forcella per percepire meglio di me con Foxs 2015 34 Float CTD. L’EVOL è un’opzione di messa a punto che mi è piaciuta anche, anche se non sono sicuro di volerla o di averne bisogno su ogni bicicletta.

Nel complesso, ho pensato che l’ammortizzatore e la forcella, rispetto alle loro controparti del 2015, fossero più sensibili e sembravano agganciarsi un po’ meglio quando la trazione era scarsa. Insieme, sembravano calmare un po’ di più il mio telaio SB5cs e mi hanno aiutato a mantenermi sulla linea desiderata. Inoltre, ho notato che gli stili fissi di entrambi erano notevolmente più rigidi. Non uso quasi mai la modalità fissa / blocco su qualsiasi bici, quindi questo non ha scosso il mio mondo, ma se ami il blocco, allora apprezzerai questo calibro.

La forcella 16 34 Float sembrava diversa rispetto alla 15 in un modo interessante: proprio come se stesse andando di meno, ma facendo di più. Stavo usando tutti i viaggi delle forcelle, insieme alla forcella caricata sui sentieri che capisco altrettanto bene, ma c’era meno sensazione di andare su e giù durante il viaggio. La bicicletta sembrava funzionare meglio anche su terreni estremi e tecnici, e mi sentivo meno incline a capovolgere le barre. La sensazione era simile ad avere una molla più solida o un maggiore smorzamento della compressione (o entrambi) ma senza alcuno svantaggio su terreni più piatti o su grumi più piccoli.

Questo illustra esattamente cosa fanno i distanziatori del volume dell’atmosfera della forcella nella curva della molla. Il loro risultato prende piede a metà del viaggio ed è più cospicuo nella conclusione del viaggio. Volpe

Non so se sono sempre stato in discesa più veloce con la forcella 16, ma mi sembrava di guidare in modo più efficiente e di avere un po’ più di fiducia nell’andare su cose che erano al confine delle mie capacità. Ho anche scoperto alcune volte, di solito quando stavo guidando un po’ più veloce di quanto avrei dovuto su sentieri sconosciuti, che quando mi sono imbattuto in scenari di merda, la forcella ha reagito meglio di quanto mi aspettassi. Manteneva la bici sicura e agganciata in modo che potessi fluire attraverso e prevenire la vendita del prato. (O sono solo stato fortunato un paio di volte. Ne prendo uno.)

Passando all’estremità sud di questa bicicletta: la SB5c è, per me, una bici che ha un senso abbastanza efficiente sulle salite, quindi di solito la lascio in modalità aperta e guido. L’EVOL non può rovinare la propria efficienza, ma sembra accovacciarsi un po’ più facilmente a causa del trasferimento di peso. Per contrastare questo, ho spostato il clicker a bassa velocità degli ammortizzatori nel punto centrale, che ha tenuto un po’ meglio la parte posteriore della bici, ma non sembrava uccidere la sensibilità extra fornita da EVOL.

Non ho notato che c’era, come sostiene Fox, più supporto a metà corsa. La scossa mi sembra diversa rispetto a Float CTD, ma anche riconoscibile. Mi ci è voluto un po’ di tempo per capirlo, ma per me il Float DPS EVOL assomiglia molto al Fox Float X. Ciò significa che, rispetto al Float CTD, fornisce la sensazione di maggiore precisione e controllo, con meno beccheggio e bypass , facendo sentire la bici più attaccata alla strada. Come la forcella, il nuovo ammortizzatore sembra fare di più con meno sforzo.

Fox afferma che l’aumento del volume della molla negativa rende l’ammortizzatore più sensibile e la curva della molla più aerodinamica e migliora il supporto a metà corsa. Fox

Whats Next

Finora, Fox ha introdotto informazioni solo sulla forcella Float 34 2016 e sul jolt Float DPS con EVOL elettivo. Se fossi un giocatore d’azzardo, mi aspetterei di trovare aggiornamenti ai fork 32 e 36 per il 2016.

Può essere migliore?

Ritengo che questi prodotti del 2016 siano di gran lunga migliori rispetto ai prodotti del 2015 che sostituiscono perché forniscono più strumenti di potatura e forniscono anche prestazioni di trail migliorate. Non penso che mi rendano migliore o più veloce, o che mi facciano piacere guidare più a lungo, ma Fox ha scheggiato i pezzi di ricambio e ha lasciato una forcella e uno shock che sembrano eccezionali e mi danno le risorse per metterli a punto in modo che funzionino al meglio per le mie esigenze. Penso che troverai lo stesso per te, anche se quello che vuoi è probabilmente molto diverso da quello che voglio io. E questo è sicuramente meglio per noi.